CONNETTIAMO LA SOLIDARIETÀ!

Il Consiglio sui diritti umani delle Nazioni Unite (risoluzione A/HCR/20/L.13), in tempi ben antecedenti la pandemia da Covid-19, ha considerato espressamente internet alla stregua di un diritto fondamentale dell’uomo, affermando che gli “Stati hanno un obbligo positivo a promuovere o facilitare il godimento del diritto alla libertà di espressione e dei mezzi di espressione necessari per esercitare questo diritto, compreso Internet”, considerando “l’accesso ad internet un mezzo indispensabile per la realizzazione di una serie di diritti umani, combattendo l’ineguaglianza e accelerando lo sviluppo e il progresso dei popoli”, con la conseguenza che “l’accesso ad internet è uno degli strumenti più importanti di questo secolo per aumentare la trasparenza, per accedere alle informazioni e per facilitare la partecipazione attiva dei cittadini nella costruzione delle società democratiche”.

A maggior ragione la realtà attuale, aggiornata all’emergenza Coronavirus, rende ancor più impellente la necessità di intervenire nel campo del divario digitale (digital divide), promuovendo campagne e progetti concreti per fornire la possibilità di accesso per tutti ad un bene di prima necessità (internet e la connessione a banda larga o ultra-larga). Se pensiamo alla didattica a distanza, allo smart working, alla spesa online, all’accesso ai servizi telematici, ed al contempo rileviamo che i dati (Agcom) stimano che solo il 22% della popolazione abbia un abbonamento a banda larga fissa e che, in generale, gli utenti di internet al 2018 sono il 69%, capiamo la vastità e l’urgenza del problema.

Per questi motivi ci facciamo promotori, nell’augurio di aumentare esponenzialmente le collaborazioni, di un modesto ma al tempo stesso ambizioso progetto di solidarietà digitale: portare la rete internet a chi non se la può permettere.

La campagna, dal titolo “Connettiamo la solidarietà”, al principio, si comporrà dei seguenti passaggi:

  • Raccolta fondi attraverso la possibilità di donazione presso un conto corrente dedicato al progetto, messoci a disposizione dalla APRI Onlus sezione Valsusa, (Associazione Pro-Retinopatici ed Ipovedenti), copromotrice del progetto ed impegnata abitualmente nel sostegno alle fragilità e nell’abbattimento delle barriere fisiche e mentali.
  • Creazione di una partnership con una società gestore del servizio rete internet, per l’individuazione di pacchetti-abbonamento a prezzi il più possibile calmierati.
  • Mappatura del “bisogno” attraverso l’incrocio dei dati e la sinergia tra i soggetti attivi sul territorio, quali istituzioni locali, servizi sociali, enti caritatevoli, associazioni, “presidi” formali ed informali di comunità, ecc.ecc.
  • Campagna d’informazione e divulgazione del progetto, compresa quella pubblicitaria, attraverso radio, giornali, siti internet, social e…il passaparola.
  • Sensibilizzazione e socializzazione del progetto con le realtà politico-istituzionali del territorio e non, per l’adozione concreta di ogni strumento utile al raggiungimento dell’obiettivo “accesso ad internet per tutti”.

PUOI SOSTENERE IL PROGETTO “CONNETTIAMO LA SOLIDARIETA'” ATTRAVERSO UN BONIFICO BANCARIO INTESTATO A “APRI ONLUS”, CAUSALE “CONNETTIAMO LA SOLIDARIETA'” IBAN : IT76F0306909606100000162875

(All’interno del sito è disponibile il podcast della trasmissione “Restiamo a casa ma non spegniamo il cervello” in onda martedì 19/05/2020 su Radio Dora in cui potrete ascoltare contributi ed interviste sul progetto)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: